MASTOPESSI (Seno cadente)

La mastopessi è quell’intervento chirurgico che consente di andare a lavorare sul cedimento del tessuto mammario, in modo da riportare il seno ad una posizione alta e soda.
Come si determina se il seno è cadente o meno? Il metodo più utilizzato è il “metodo della matita” ovvero si pone una matita sotto il seno e se rimane dove si è messa il seno è cadente. Un metodo più corretto per la valutazione del grado di cedimento è mediante la misurazione della distanza tra il solco sottomammario e il capezzolo. Se la distanza è tra 1 e 2 centimetri la ptosi è lieve; se tra 2 e 4 centimetri la ptosi è media; oltre i 4 centimetri è elevata. In base a queste informazioni il chirurgo deciderà quale incisione praticare.
Ad una ptosi lieve verrà applicata un’incisione intorno all’areola del seno, se è media si farà sia l’incisione periareolare che un’incisione verticale del seno, quando la ptosi è elevata i due tipi di incisione non bastano e se ne pratica anche una nel solco sottomammario facendo una cicatrice a “t”.
Nel momento in cui si incide per andare a modellare il seno dalla ptosi si possono inserire anche protesi mammarie che consentono di ridare tono e volume al seno.
Per questa operazione non sarà necessario andare a rimuovere i punti di sutura in quanto sono in materiale riassorbibile.
 
Tempi di degenza e anestesie:
E’ prevista un’anestesia locale o generale e con ricovero di una notte.
 
Sintomi post operatori:
La parte trattata presenterà un po’ di gonfiore post operatorio, per circa 20 giorni, che verrà contrastato dall’applicazione di un reggiseno sportivo da indossarsi per circa un mese.


Chiedi informazioni

Accetto di inviare i miei dati personali. Privacy
Digita i numeri visualizzati nell'immagine sottostante.
img


Come raggiungerci

Google Maps